Grand Canyon, Arizona.

La vista dell’alba a Mather point è un qualcosa che vale lo stropicciarsi fuori dalle coperte di prima, primissima mattina. Fa davvero freddo, se si pensa a come possano salire le temperature durante il giorno. Ci sono persone con le coperte ancora addosso, in piedi ad ammirare lo spettacolo e, quasi quasi, la prossima volta lo faccio anche io.

Mather Point è una grande roccia, la roccia su cui sedersi per ammirare il sorgere del sole, il canyon che si illumina e si sevglia dal buio della notte. In lontananza, si accende lentamente il Colorado River e si iniziano a scorgere i chilometri di roccia colorata che lo circondano.

Mather Point è poco distante dal Centro Visitatori, in cui si può riempire la borraccia con acqua fresca, avere informazioni sulle gite e le lezioni organizzate dai rangers, imparare qualcosa di più sulla geologia del posto attraverso filmati ed esposizioni e, se si vuole visitare il canyon con l’aiuto dei mezzi, qui davanti si trova la fermata dello shuttle-bus.

Il Grand Canyon dispone di un comodo servizio che porta i visitatori in lungo e in largo per il parco, fermandosi nei punti di interesse, campeggi, alberghi. Vi sono quattro linee principali: la Village Route, o linea blu e la Kaibab/Rim Route, o linea arancio, che operano tutto l’anno. La Hermits Rest Route, o linea rossa, opera da Marzo a Novembre; mentre la Tusayan Route, o linea viola, da Marzo a Settembre. Il loro è un servizio Hop&Go: si salta sopra, si prenota la fermata, e si risalta sopra nello stesso o in un altro punto. Sono navette gratuite, passano ogni dieci-quindici minuti durante il giorno e ogni trenta minuti un’ora prima dell’alba e un’ora dopo il tramonto.

Noi scegliamo di camminare, e dal Centro Visitatori proseguiamo in direzione Village (3,5 chilometri circa) lungo il Rim Trail, un percorso per tutti coloro che vogliono godersi lo spettacolo a piedi; alcuni tratti sono accessibili anche alle carrozzine per disabili. Lungo la strada, vale la pena fermarsi nei punti panoramici indicati dai cartelli; in particolare, a noi è piaciuto lo Yavapai Point, dove torneremo per il tramonto, e il Museo Geologico.

Arrivati a The Village, troviamo il Verkamp’s Visitor Centre, un punto ristoro e una fermata shuttle, dove aspettiamo il bus che ci porterà all’Hopi Point. Da qui si cammina sino a Hermits Rest, il capolinea dell’Hermits Rest Route.

Il tramonto allo Yavapai Point ci lascia nuovamente senza parole.

Sono le immagini, forse, che riescono a tradurre al meglio questo spettacolo.

Qui il link alla mappa ufficiale del Parco Nazionale, con punti di interesse, linee dei bus e indicazioni su campeggi, alberghi, punti ristoro.

Elaborazione in corso…
Grazie di esserti iscritto! 🙂
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...